dama

dama
"LA GRAZIA DELLE ROSE"
© THE GRACE OF ROSES
© Poèmes et Pensées sous la forme de la Rose

© Grazia Adamo Giovannetti - ALL RIGHTS RESERVED





Please NOTE

Contact and Photo information

If you enjoy the pictures I've found, please link back directly to the post that you found them in so credit for photo will not be lost.
Careful use and acknowledgment is very much appreciated. Thank you!

I'll be very pleased if you mention my blog when you wish to copy - for personal and private use only - verses or image. Thank you and Welcome
http://www.cadellerose.blogspot.com/
Photos are the property of and copyrighted by their contributor.

© All rights reserved. Usage, reproduction or altering of artwork is not permitted. Each piece of artwork is an intellectual property and is protected by the copyright law.

I often find photos from unknown sources and do not purposefully infringe on Copyrights. If I have violated a copyright of yours, please let me know,
and I will happily give you credit or remove it.
Thanks for sharing.

N.B.
I diritti su questo blog sono riservati come da legge sul Diritto d'Autore
Nessuna parte può essere riprodotta in alcun modo.
RIPRODUZIONE RISERVATA.
E' vietata la riproduzione totale e/o parziale
Immagini, testi, contenuti e marchi citati in queste pagine sono

© copyright dei rispettivi proprietari.
Per uso esclusivamente personale e privato è possibile condividere testi e/o immagini - non soggetti a copyright - del presente blog e citarne la fonte.
Ringrazio ciascuno di voi e vi auguro giorni lieti

sito internet di Ca' delle Rose

sito internet di Ca' delle Rose
© ALL RIGHTS RESERVED - RIPRODUZIONE RISERVATA - www.cadellerose.org è il sito internet di Ca' delle Rose, Giardino Roseto BioDinamico

img-la-rose

La rose, ce qu’on dit et ce qu’on pense

sabato 10 febbraio 2018

Buona Vita a tutti!

Potete seguire
Novità, Corsi, Eventi 
sul sito internet di Ca' delle Rose
www.cadellerose.org  

Kindly follow me on Ca' delle Rose website
www.cadellerose.org






















…e infine ringraziare desidero per la gran potenza d'antico amor per l'amor che se move il sole e le altre stelle. E muove tutto in noi."                                                                                                                                Mariangela Gualtieri































dell'Arte del Giardinaggio

Finchè ero solo uno spettatore lontano e distratto al cospetto dell'opera finita dei giardini, ritenevo i giardinieri persone dall'animo particolarmente poetico e delicato, che coltivano i profumi dei fiori, ascoltando il canto degli uccelli. Da lungo tempo guardo la faccenda più da vicino e trovo che il giardiniere non è una persona che coltiva i fiori;
è un uomo/donna che coltiva il terreno. E' una creatura che sprofonda nella terra e lascia vedere ad altri, fannulloni ficcanaso, solo quello che sta in alto.
Il giardiniere vive immerso nella terra.
Costruisce il proprio monumento con un mucchio di compost.
Il giardiniere, solitamente, termina con il sedere; le gambe e le braccia le tiene allargate, la testa da qualche parte tra le ginocchia, simile a una giumenta che pascoli. Non è un uomo che vorrebbe aggiungere solo una spanna alla propria statura; al contrario piega la propria statura a metà, si accovaccia e si accorcia in tutti i modi possibili; quando lo vedete, raramente misura più di un metro di altezza. La coltivazione del terreno consiste da un lato nelle varie attività di vangare, zappettare, rivoltare, sotterrare, smuovere, livellare, lisciare e ondulare, dall'altro nell'aggiunta di ingredienti. 
La felicità del giardiniere affonda le sue radici più profondamente,
fin nel grembo dell'humus. 
A primavera i giardinieri sono ormai irresistibilmente attratti dai propri giardini; non appena appoggiano il cucchiaio, già sono nelle proprie aiuole, con il sedere alzato verso il favoloso azzurro; qui frantumano tra le dita il tiepido grumo di terra, lì ficcano più vicino alle radici un pezzetto aerato e prezioso del concime dell'anno precedente, qua strappano un'erbaccia e
là raccolgono un sassolino; ora ravvivano la terra attorno alle fragole ed
un attimo dopo si chinano sulle piantine d'insalata, naso a terra,
solleticando amorosamente il fragile fascio di radici.
In questo atteggiamento si godono la primavera,
mentre al di sopra dei loro reni il sole descrive il suo glorioso cerchio,
le nuvole galleggiano ed i volatili celesti si accoppiano. 
Ormai si aprono i boccioli dei ciliegi, il novello fogliame cresce con leggiadra esilità, i merli cantori cinguettano allegri; allora il vero giardiniere si raddrizza, inarca la schiena e afferma meditabondo: "In autunno concimerò in abbondanza ed aggiungerò un pizzico di sabbia".
Ma vi è un momento in cui il giardiniere si drizza e si erge in tutta la sua stature; è l'ora del tardo pomeriggio in cui somministra al suo giardino la santa annaffiatura. Quindi sta in piedi, diritto e quasi elevato, dirigendo il getto d'acqua dal beccuccio dell'idrante; l'acqua scroscia in una piogerella argentina e sonora; dalla terra soffice spira un respiro di umidità, ogni foglia è di un verde intenso e scintilla di appetitosa felicità tanto che si mangerebbe. "Così adesso ne ho abbastanza" sussurra il giardiniere beatamente; con ciò non pensa al ciliegio spumeggiante di boccioli, nè al purpureo ribes nero; si riferisce al terriccio marrone. E quando tramonta il sole, afferma con somma soddisfazione: "Oggi ho sgobbato !" Ciò che il giardiniere vuole appassionatamente ed incessantemente, va da sè:
ammirare ciò che lo circonda, essere operoso nel suo giardino, lavorare ed esultare, concimare e sarchiare, potare e guidare, asciugarsi il sudore, inarcare la schiena, andare a letto con la vanga ed alzarsi con l'addolola, glorificare il sole e la pioggerella del cielo, tastare i germogli,
coltivare i calli e le prime vesciche primaverili, e in assoluto
vivere nel giardino abbontamente, in ogni stagione, ariosamente.

L'anno del giardiniere, Karel Capek

Convegno internazionale del movimento biodinamico 2018


Cari amici,

vi segnaliamo l’importante convegno di cui sotto. 

Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi ai contatti indicati nel programma.


I PREPARATI - IL CUORE DELL'AGRICOLTURA BIODINAMICA

Cari amici del movimento biodinamico,
siete caldamente invitati a questo importantissimo convegno sui PREPARATI l e ci aspettiamo di poter incontrare anche numerosi STUDENTI e tirocinanti in agricoltura per i quali abbiamo creato un biglietto di accesso al prezzo speciale di 90 € e la possibilitá di alloggiare in camerate con il sacco a pelo.
Convegno internazionale del movimento biodinamico
Dal 7 al 10 febbraio 2018 - Goetheanum, Dornach, Svizzera

I preparati biodinamici vivificano la terra e i suoi frutti così come vivificano le aziende agricole e le loro comunità. Favoriscono l'impulso del coinvolgimento in prima persona e sono una concreta azione culturale nei confronti di tutto il contesto naturale. Il convegno vuole arricchire i partecipanti con nuove conoscenze e rappresentazioni provenienti da ogni parte della terra e trasmettere loro ispirazione e coraggio per le proprie attività grazie ad un intensivo scambio esperienziale. Sono invitati gli agricoltori, i giardinieri, i viticoltori, i frutticoltori, i produttori di officinali; i consulenti e i ricercatori, gli studenti e gli apprendisti; i trasformatori, i commercianti, i cuochi, gli insegnanti e anche i consumatori e tutti gli amici dell'impulso biodinamico. Le conferenze in plenum mostrano la ricchezza e profondità dei preparati, gli incontri di settore permettono lo scambio e approfondimento con la guida di specialisti, i gruppi di lavoro favoriscono il dialogo in forma intensiva e personale. Musica, corsi artistici, visite guidate al Goetheanum e una mostra arrotondano
il programma.

Saranno presenti i contributi di René Becker, Jean-Michel Florin, Jürgen Fritz, Ueli Hurter, Benno Otter, Rene Piamonte, Binitah Shah, Georg Soldner
e di altri.

Il convegno è aperto a tutti e viene tradotto in tedesco, inglese, italiano, francese, spagnolo.


Sektion für Landwirtschaft am Goetheanum







programma e iscrizioni:




Oh rosa!

Corteggiata da l'aure e dagli amori,
siede sul trono de la siepe ombrosa,
bella regina de' fioriti odori,
in colorita maestà la rosa.

Claudio Achillini


 R. damascena bifera o "Quatre Saisons"


Buon Giorno Mondo!

la Pace sia con te
...e con noi